Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Il punto sulla trentunesima giornata - solosorrento.it

a cura di Roberto Fiorentino

Svolta doveva essere e svolta è stata. A 270’ dalla chiusura della regular season, arrivano i primi responsi. Nella supersfida dell’Ezio Scida, succede l’incredibile. Il Crotone va in vantaggio con Basso e sorpassa momentaneamente il Gallipoli, che reagisce, gioca meglio, rimonta e firma uno stupendo 1-2 (segnano, guarda caso, Ginestra e Di Gennaro). I giallorossi del patron Barba, allungano in vetta e vanno a +4. La B è lì, a portata di mano. Chi fa il proprio dovere è il Benevento che, con tanta fortuna e due gol a dir poco fortuiti, piega l’Arezzo. Quindicesimo sigillo del capocannoniere Clemente, ai toscani non basta il lampo di Chianese. Ora, i sanniti sono ad un punto dalla seconda piazza: si può fare.

Ennesimo flop della Cavese al di là delle mura amiche del Simonetta Lamberti. Nella seconda trasferta consecutiva, giunge una sconfitta sanguinosa. Il Taranto mostra cuore e vince in rimonta per 2-1. La dea bendata, alleata finora ai metelliani, sembra aver cambiato indirizzo. Così, visti i passi falsi delle dirette concorrenti, chi si mangia le mani è il Foggia di Novelli. E’ solo uno scialbo 0-0 a Pagani: con una vittoria, sarebbe stato quinto posto, ovvero playoff. I satanelli ringraziano il proprio portiere, Bremec. Se non ci fosse stato lui… Il colpaccio di giornata lo mette a segno la Pistoiese. In una tappa fondamentale per evitare la retrocessione diretta, gli uomini del bravo Torricelli rispondono presente. Ternana prima in vantaggio, poi lesta a pareggiare i gol di Lanzillotta e Dal Rio (in entrambe le occasioni segna Piccioni). Al 94’, quando nessuno ci sperava più, è Artistico a regalare tre punti d’oro agli arancioni. Un piccolo giallo aleggia sulla gara: la Ternana presenta un esposto, per un presunto tentativo di combine. Il giudice sportivo, però, ha omologato il responso del campo. Vittoria salvezza per il bel Marcianise di Fusi. Al Progreditur, il Perugia stecca nuovamente ed in modo clamoroso. Decide Della Ventura, Innocenti sbaglia un rigore. Neppure la cura Pagliari funziona al Grifo: si salvi chi può. Tre punti pesantissimi per il Foligno che tra le mura amiche ha vita facile nel battere il Potenza (Arleo esonerato, subentra Catalano del settore giovanile). Finisce 3-1: sugli scudi, manco a dirlo, De Paula che timbra una fantastica doppietta. Il Sorrento, fresco vincitore della Coppa Italia di Lega pro, domina il Pescara, va in vantaggio con Ripa (sette gol, terzo consecutivo), fallisce il colpo del ko ed è costretto ad accontentarsi di un gran bel punto. Sulla sponda abruzzese, Cuccureddu ha più di un problema. Che dire di Lanciano-Juve Stabia? Una gara equilibrata, decisa dall’ennesima defaillance della difesa gialloblù. Anche qui, c’è lo zampino del portiere: Soviero ribatte centralmente per l’accorrente Morante, che segna una rete facile facile. I frentani prendono una boccata d’ossigeno (+3 sui playout), le vespe si ritrovano nuovamente con l’incubo retrocessione diretta. Prossimo turno, il terzultimo, da brividi. Due squadre reduci da un momentaccio, Arezzo-Crotone dirà chi è guarito. Il Gallipoli può già salire in B se batte il Taranto ed i pitagorici non vincono. La Cavese ha una brutta gatta da pelare come la Ternana, il Foggia lo stesso con il Lanciano (entrambe in casa). Il Benevento prova a piazzarsi al secondo posto: nel derby di Castellammare, serve solo vincere. Perugia-Foligno, in chiave salvezza diretta, è una sfida da “mors tua vita mea”. La Pistoiese, per mettere maggior pressione sulla Juve Stabia, può sfruttare la pancia piena del Marcianise, ormai salvo. Il Sorrento vuole pensare già al futuro, ma di mezzo c’è la Paganese. A Potenza, sfida ad alta tensione: arriva il Pescara.

SEMAFORO ROSSO: Al Perugia. Ennesima figuraccia (questa volta col Marcianise), ennesima domenica da dimenticare. E’ senza un dubbio un clamoroso fallimento tecnico e finanziario. Il Grifo sta colando a picco, la zona playout è un’atroce realtà da prendere in considerazione e guardare in faccia con umiltà.

SEMAFORO GIALLO: Alla Cavese. Due mesi fa, Camplone parlava addirittura di promozione in serie B diretta. Dalle ultime due trasferte, arriva solamente un punticino. Il Taranto, che si lamenta anche dell’arbitraggio, reagisce con orgoglio e conquista una vittoria fondamentale.

SEMAFORO VERDE: Al Gallipoli. Dopo la cocente sconfitta di Sorrento, il Crotone pareva candidato alla vittoria del campionato. Ed invece, i giallorossi fanno due vittorie consecutive. Il blitz dello Scida è un autentico capolavoro.

fonte: solosorrento.it

Pubblicato il 30/4/2009 alle 0.1 nella rubrica 1a Div/B.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web