Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Zamparini: fatta nuova lega serie A, ''Soddisfatto? No, ma era necessario''- Andreoletti (serie B): farsa di evidente gravita'

Presidente palermo annuncia la scissione tra A e B
 (ANSA) - MILANO, 30 APR - ''Abbiamo fatto la nuova lega di Serie A''. Il presidente del Palermo, Zamparini, ha annunciato la separazione in due della Lega calcio. L'istanza e' stata votata da 19 societa' della massima divisione eccetto il Lecce. La separazione tra serie A e B appare inevitabile. ''Questa volta per davvero'', ha aggiunto Zamparini lasciando i locali della Lega calcio. L'assemblea generale della Lega calcio ha intanto bocciato entrambi i regolamenti proposti da A e B.
fonte: ansa.it


CALCIO: ZAMPARINI, ABBIAMO FATTO NUOVA LEGA DI A MILANO - "Abbiamo fatto la nuova lega di Serie A". Lo ha detto, lasciando per primo i locali della Lega calcio di via Rosellini, il presidente del Palermo, Maurizio Zamparini, annunciando di fatto la separazione in due della Lega. E' stata votata da 19 società della massima divisione eccetto il Lecce .
La separazione tra serie A e serie B a questo punto appare inevitabile. ''Questa volta per davvero'', ha aggiunto Zamparini riferendosi a una decisione in questo senso che era gia' stata presa e ufficialmente comunicata il 14 ottobre del 2005. ''Soddisfatto? No, ma era necessario''.
fonte: ansa.it


Maurizio Beretta alla presidenza piace a tutti

Lo ha dichiarato l’amministratore delegato del Milan, Adriano Galliani, al termine della riunione informale. "Se 19 società su 20 hanno approvato il regolamento proposto dalla serie A, con 17 voti il quorum dei 2/5 è superato, nella prossima assemblea saranno portati due regolamenti, quello proposto dalla A e quello dalla B. Vedremo se uno dei due passerà e poi ci sarà l’elezione del presidente"

Maurizio Beretta (Ap/Lapresse) Milano, 21 aprile 2009 - "Oggi erano presenti 19 società su 20 (assente solo il Lecce. Chievo, Cagliari e Lazio presenti per delega, ndr) e tutte hanno candidato Maurizio Beretta alla presidenza della Lega". Lo ha dichiarato l’amministratore delegato del Milan, Adriano Galliani, al termine della riunione informale di oggi.

L’ex direttore generale di Confindustria al momento non ha comunque presentato un suo programma. Ma prima di parlare del prossimo presidente, in Lega c’è ancora da risolvere qualcosa, come ha spiegato Adriano Galliani.

"Se 19 società su 20 hanno approvato il regolamento proposto dalla serie A, con 17 voti il quorum dei 2/5 è superato, nella prossima assemblea saranno portati due regolamenti, quello proposto dalla A e quello dalla B - ha spiegato l’ad del Milan -. Vedremo se uno dei due passerà e poi ci sarà l’elezione del presidente".

Galliani non ha voluto parlare del futuro del Milan: "non si parla di Ancelotti al Chelsea, di mercato non parlo fino a maggio".

Di Beretta, invece, hanno parlato Preziosi e Marotta. "Serve una persona come lui - ha dichiarato il patron del Genoa - che non è distratta dal campionato per affrontare i problemi".

Per il dg della Sampdoria, Beppe Marotta, "c’è una convergenza di problemi da affrontare tra cui stadi e rivisitazione fiscale e quindi la voglia di affidarsi ad un manager che possa affrontare tutto ciò".

Sul nome di Beretta, le società di A hanno costruito, come detto, un fronte comune e la scelta è stata anche positivamente giudicata da uno che Beretta lo conosce bene per averlo voluto prima alla Fiat e poi in Confindustria, Luca Cordero di Montezemolo.

"È positivo che la Lega pensi a una situazione manageriale. È un passo molto importante. Beretta lo conosco bene, è una persona che ha qualità e capacità" ha detto il presidente della Ferrari, che si trovava nello stesso albergo scelto per l’incontro tra Beretta e le società di serie A per partecipare ad un vertice italo-egiziano.

Infine il presidente del Palermo Maurizio Zamparini, uno dei più convinti sostenitori della scelta di affidare la Lega ad un manager. "Non è la vittoria personale di nessuno, ma la condivisione di tutti. Ci aspettiamo che ci rappresenti in tutte le sedi. Abbiamo bisogno di cambiare e lui deve dimostrare di essere in grado di farlo. Matarrese? Gli dico grazie per tutto quello che ha fatto per il calcio, però mi sarei aspettato che lui avesse capito il momento e si fosse messo da parte". agi

fonte: quotidianonet.ilsole24ore.com

Calcio, Lega; Andreoletti: farsa di evidente gravita'

"Oggi abbiamo assistito a una farsa, la cui gravità è di tutta evidenza". Il presidente di categoria della serie B Gianfranco Andreoletti commenta così quanto successo oggi in Lega Calcio, dove i club di serie A hanno deciso di dare vita a una Lega propria. "E' in atto un gioco per trasformare uno sport in cui c'è chi vince e chi perde, in un altro in cui vincono tutti", spiega il presidente dell'Albinoleffe, annunciando che "ora ci faremo assistere da uno studio legale e faremo partecipi della nostra preoccupazione la Federcalcio, il Coni e il Governo". "Oggi - aggiunge il presidente della Triestina, Stefano Fantinel - si voleva eliminare la serie B, la fase due sarà eliminare le piccole di serie A". (30/04/2009) (Spr)

fonte: repubblica.it

Pubblicato il 30/4/2009 alle 16.30 nella rubrica Generiche.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web