Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Prima divisione: la sintesi dei playoff - datasport.it


(Pro Patria - logo)
(AGM-DS) - 14/06/2009 18.42.05 - (AGM-DS) - Milano, 14 giugno - Lieve vantaggio per Pro Patria e Benevento alla fine delle finali di andata dei play-off dei campionati di prima divisione chiuse in parità.


GIRONE A

Padova-Pro Patria 0-0: Per la promozione ora i bookmaker scommettono sui bustocchi, sebbene lo scarto con i veneti non sia eccessivo. Infatti il pareggio a reti intonse di questo primo atto della doppia finale lascia tutto nell’incertezza. Il match è vivace e intenso, con i tigrotti più intraprendenti nel primo tempo, fase in cui si registrano i due episodi più importanti della partita. Il rigore fallito dopo nove minuti dai biancoblu, quando Giambruno si distende alla sua sinistra e devia in corner la conclusione angolata di Rabito. E la rete annullata ai patavini al 35' per una posizione giudicata in fuorigioco di Faisca, che aveva corretto in rete di testa un cross di Patrascu. Ad inizio ripresa continuano i botta e risposta, non coronati dal gol per imprecisione degli attaccanti e abilità dei due portieri. Ma con il trascorrere dei minuti il gran caldo fa inevitabilmente scemare i ritmi e le azioni pericolose.


GIRONE B

Crotone-Benevento 1-1: La divisione della posta allo Scida inizia a dare forma concreta a quell’utopia in cui pochi in casa giallorossa credevano a inizio stagione. La prima rete viene confezionata al 36' ed è targata rossoblu. Rapido contropiede impostato da Morleo, appoggio a Petrilli che serve sulla sinistra a Caetano, questi scambia in velocità con Galeoto, si accentra, entra in area e beffa Gori con un delizioso tocco alla Del Piero. Ma a tre minuti dal novantesimo, quando la gara sembrava indirizzata verso la vittoria di misura dei pitagorici, i campani riacciuffano il pari grazie al fiuto del gol del loro bomber principe, Clemente. L'azione: punizione dalla trequarti di destra, la punta giallorossa prolunga a Ignoffo e sguscia tra due avversari per ricevere la sponda del compagno; così avviene e da solo davanti al Farelli il centravanti ospite non sbaglia, apponendo il sigillo che alimenta le speranze di un'intera cittadina.


fonte: datasport.it

Pubblicato il 15/6/2009 alle 14.22 nella rubrica Generiche.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web