Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Calciomercato, Benevento, Pescara e Taranto super, ma attenzione a Lanciano e Perugia - cds

http://lostregone.net/upload/thumbnails/1248277596.jpeg

Gli esperti non hanno dubbi: «Sono le tre più forti, ma attenzione a Lanciano e Perugia»


ROMA - Un mercato in tempo di crisi, che però in Lega Pro sembra conoscere un’isola felice. Trascinati dalle spese che le grandi società stanno sostenendo in questa prima fase di trattative, l’intera categoria ha già delineato in buona parte gli equilibri dei campionati nel la prossima stagione. In attesa della definizione degli organici (che avverrà durante il Consiglio Federale del 30 luglio), della conseguente composizione dei gironi e dunque, qualche giorno più tardi, dei calendari, siamo andati a scoprire chi sino a questo momento ha piazzato le mosse migliori, chi può puntare alla promozione.
Oltre alla corazzate Benevento, Pescara, Taranto, Cremonese, sembrano emergere altre squadre in grado di condurre un campionato di grande livello. Lanciano, Arezzo, Novara, Pro Patria sono lì per rendere difficile il cammino delle predestinate. La competizione sta per cominciare e i pronostici sempre più difficili, considerato il fatto che i gironi verosimilmente torneranno a essere come due stagioni fa, con una divisione che taglierà la Penisola in due (Est-Ovest) con degli accorgimenti ad hoc per evitare i derby che nell’ultimo torneo hanno costretto alle porte chiuse per molte gare.
Abbiamo chiesto il parere di Vittorio Galigani, 66 anni oggi, direttore generale del Taranto sino al gennaio del 2009; Guido Ugolotti, 50 anni, allenatore delle giovanili della Roma, quindi Sambenedettese e, nell’ultima stagione Arezzo; Carmine Gautieri, 39 anni, lo scorso anno sulla panchina del Potenza.

1) Quali sono le squadre che si sono mosse meglio?
Galigani: «Pescara, Benevento, Novara, Cremonese, Taranto, Arezzo».
Ugolotti: «Benevento e Taranto. Lanciano immediatamente dopo, potrebbe essere la grande sorpresa. Ravenna con i ritorni di Fofana e Toledo ».
Gautieri: «Pro Patria, Pescara e Benevento anche se i campani avevano già un buon organico».

2) Quale è stato il vero colpo di mercato?

Galigani: «Corona. Se dovesse però andare Consonni al Pescara sarebbe senz’altro lui».
Ugolotti: «L’ingaggio di Acori da parte del Benevento. Un tecnico di sicuro valore, che stava per vincere il campionato di serie B. Il Taranto con la coppia Corona-Innocenti ha un attacco super, ammesso che entrambi sappiano trovare le giuste motivazioni. Vastola è un grande rinforzo per il Lanciano. Il Verona ha preso l’altro esterno del Gallipoli Cangi. Un calciatore di livello».
Gautieri: «Ripa che è passato alla Pro Patria e anche Vincenzo Sarno».

3) Al momento quali sono gli organici più competitivi?

Galigani: «Pescara e Benevento».
Ugolotti: «Il Benevento era forte e andrà ancora meglio. Faranno bene anche Verona, Reggiana e Ravenna».
Gautieri: «Benevento e Arezzo che ha un’ottima struttura, come la Pro Patria. Anche il Pescara farà un grandissimo campionato. Ma non sottovalutiamo il Perugia».

4) Quali saranno i tecnici che più si metteranno in luce?

Galigani: «Cuccureddu è di lungo corso e di campionati ne ha vinti già molti. Acori si misura con un campionato che non è quello che ha conosciuto quando ha vinto a Rimini, ma sarà sicuramente un punto di forza. Toscano è un giovane emergente e ha dimostrato qualità. Semplici, all’interno di una struttura importante come quella del l’Arezzo, può far bene. Capuano se venisse ripescato il Potenza, farà un grande campionato di Prima Divisione. E’ uno dei migliori tecnici in circolazione. Può essere lui la vera rivelazione».
Ugolotti: «Acori e Braglia. Due tecnici navigati che sono scesi di categoria, ma che sicuramente possono fare bene. Si metteranno in evi­denza. Melotti del Rimini è un buon allenatore».
Gautieri: «Mi auguro che sia un giovane sulla scia di quanto fatto lo scorso anno da Atzori, Lerda e Moriero. Dunque credo che Manari a Busto Arsizio possa fare bene, come Perrone del Pescina che potrebbe ripetersi. Mimmo Toscano è bravo e può mettere in mostra tutte le sue qualità».

5) Quale è il giovane da non lasciarsi sfuggire?
Galigani:
«Mendicino, in un campionato in cui la Lega impone la presenza di giovani sia in Prima che in Seconda Divisione, è uno dei mi­gliori. D’Alessandro della Roma. Strasser del Milan».
Ugolotti: «Ho visto la finale del Giochi del Mediterraneo. Mustacchio di proprietà del la Sampdoria mi ha davvero impressionato. Anche il difensore della Roma Prosperi può mettersi in evidenza».
Gautieri: «Chi prende Maiorano, ex del Sorrento, fa un affare. E’un centrocampista giovane di quantità e qualità. Poi c’è Simone Grillo della Val di Sangro, attaccante che in tredici partite ha segnato undici gol. Un grandisimo campionato alle spalle. Può fare la differenza».


di Michele Marchetti - Corrieredellosport.it

fonte: lostregone.net






Pubblicato il 23/7/2009 alle 11.6 nella rubrica Generiche.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web