Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Taranto, Due presidenti, due servizi stampa, Pagni smentisce D'Addario - tarantosupporters.com

Due presidenti, due servizi stampa.

Pagni prende carta e penna e scrive un comunicato con il quale smentisce - di fatto - le parole di Enzo D'Addario.
D'Addario sul nostro guestbook ha scritto chiaramente che Spinelli, Giorgino e Lolli non rientravano più nei piani tecnici dell’allenatore. Il testo integrale dei due comunicati li pubblichiamo di seguito affinchè ognuno si faccia la propria idea.

Dopo sole poche ore tocca a Pagni dire la sua e sostenere che sul mercato ci sono solo Barasso, Prosperi e Spinelli. Lolli e Giorgino sono tornati "buoni".
Braglia ha cambiato idea? Legittimo. In così poche ore?

Comunicato di Pagni alle ore 16.21 del 23/7

Il Direttore sportivo della Taranto Sport, Danilo Pagni, dopo gli ultimi movimenti di mercato in entrata con il portiere Bremec ed il difensore centrale Rinaldi, nonché in uscita, con riferimento alle cessioni di Carrozza e Marolda, ha avuto un incontro con il co-presidente Blasi e l’allenatore Braglia, per fare il punto della situazione.
Alla fine del confronto si è stabilito che nei prossimi giorni le operazioni in entrata subiranno una breve pausa di riflessione, per dar modo a Danilo Pagni, da un lato, di guardarsi intorno al fine di raggiungere obiettivi mirati e di spessore,non essendoci in questo momento un’urgenza di avventurarsi in trattative che potrebbero rivelarsi precipitose, mentre restano sul mercato in uscita i calciatori Barasso, Prosperi e Spinelli.
Blasi e Pagni, nel frattempo, avranno quale obiettivo primario quello di realizzare le cessioni dei tre suddetti calciatori in esubero, che non rientrano nei piani tecnici del progetto Taranto. Il DS Pagni coglie l’occasione per ringraziare la Società Taranto Sport, per averlo messo nelle condizioni ideali di lavoro, sostenendo grandi sacrifici economici, in un momento nel quale altre realtà di uguale o superiore importanza e tradizione calcistica sono in difficoltà, se non addirittura costrette a dare forfait. Danilo Pagni è certo che questo tipo di politica societaria soddisferà in pieno le aspettative del meraviglioso pubblico tarantino, che fornirà il proprio inesauribile e devoto sostegno alla squadra che sta nascendo.


Comunicato di D'Addario alle ore 19.52 del 22/7

Carissimi amici,
sapete benissimo l’impegno che tutti quanti stiamo mettendo per costruire una squadra forte e vincente. Ormai avete imparato a conoscere la mia determinazione ed il mio personale impegno nel voler perseguire tutti gli obiettivi che con il Presidente Blasi ci siamo prefissi. L’atteggiamento di totale chiusura di alcuni tesserarti, nello specifico Barasso, Prosperi e Marolda, che si protrae ormai da molto tempo, ci sta creando oggettive difficoltà per operare sul mercato con maggiore apertura. I loro attuali ingaggi, rappresentano un ostacolo importante per intavolare e concretizzare ulteriori trattative. Gli stessi, pur avendo avuto la possibilità di accasarsi altrove, continuano a non prendere in considerazione tale ipotesi. Ritengo mortificante avere in squadra giocatori che, per una scelta puramente tecnica, non troverebbero spazio sul terreno di gioco. Lo trovo mortificante sia per me che per la loro stessa professionalità che sicuramente troverebbe un riconoscimento più adeguato in un’altra piazza. Un calciatore professionista ha bisogno di mettersi in luce in maniera continuativa collezionando presenze su presenze al fine di non vedere svalutato il proprio valore di mercato.
Un discorso a parte merita la posizione dei calciatori Spinelli, Giorgino e Lolli. La Società, pur apprezzando, il loro impegno, la loro dedizione e la loro professionalità, ha preso atto che essi non rientrano più nei piani tecnici dell’allenatore. Pertanto si è deciso di metterli sul mercato a disposizione di altre Società che sicuramente, al momento darebbero loro il risalto che meritano. La questione Zappino, merita invece riflessioni e valutazioni totalmente diverse. Con la franchezza che mi è propria devo dire che non ho assolutamente apprezzato il suo comportamento assunto immediatamente dopo la firma del contratto. Il calciatore non si è presentato presso il ritiro di Chianciano dove lo attendevano il Mister Braglia, lo staff e gli altri compagni di squadra. Inviando un certificato medico, Zappino, si è reso indisponibile fino ad oggi. Tale atteggiamento non rappresenta minimamente lo spirito di lealtà e l’attaccamento che ogni atleta dovrebbe avere verso i colori della propria squadra ed in modo particolare di quelli rossoblù. Quindi, nella giornata di oggi, il DG Iodice ha provveduto a risolvere il contratto del calciatore liberandolo da ogni impegno contrattuale con la Taranto Sport. Come già annunciato ieri il nuovo portiere,che difenderà i pali della nostra porta,sarà lo spagnolo Bremec giocatore di esperienza ed indiscussa qualità. Ritenevo corretto ed opportuno comunicarvi direttamente quello che è il mio pensiero e la mia valutazione su queste vicende. La chiarezza, la trasparenza e la lealtà devono essere le colonne portanti del nuovo Taranto che sta nascendo. Enzo D'Addario

fonte: tarantosupporters.com

Pubblicato il 23/7/2009 alle 22.10 nella rubrica Taranto.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web