Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Verona - Foggia, parte l'avventura - capitanatasport.it

FOGGIA, PARTE L'AVVENTURA

di Carmine Troisi

Ci siamo. Comincia l’avventura. Il baby Foggia, rivoluzionato e che resta tuttora un cantiere aperto, debutta a Verona. Nel vecchio e glorioso Bentegodi, teatro di tante battaglie, parte la nuova era targata Antonio Porta e Fabio Pecchia. Sono loro due i condottieri di una banda di giovanotti attesa da una corsa ad ostacoli ma non per questo esente da sorprese.

Un compito arduo, quello che attende i rossoneri. Chiamati a partire con il piede giusto, fondamentale per spazzare lo scetticismo che aleggia attorno alla truppa. A testimoniarlo, la scarsa affluenza ai botteghini. Appena 600 le tessere sottoscritte finora, sarà dura persino saltare l’asticella dei 1000 abbonamenti. Tempi duri, l’entusiasmo non sembra regnare dalle parti dello Zaccheria.

Proprio per questo diventa quanto mai necessario partire con il vento in poppa. Una prestazione positiva ma soprattutto uscire indenni dal campo del Verona, una delle autorevoli candidate al salto in B, rigenererebbe, quantomeno parzialmente, l’aria di un popolo stanco di soffrire e per nulla intenzionato a vivere nell’anonimato della terza serie.

Avversario peggiore, a D’Amico e soci, non poteva capitare. Al debutto, la formazione di Remondina, pronta a vendere cara la pelle per saltare nella cadetteria magari pure evitando la roulette russa dei play off. 10 mila abbonati, squadra di categoria, blasone e storia non si discutono. Duro il viaggio nella città di Romeo e Giulietta.

Foggia già da ieri in Veneto. Stamane la rifinitura dei 20 convocati. Recuperato Ferrari, che non ha svolto la preparazione a causa di una lussazione alla spalla. Partirà dalla panchina. Formazione che pare già fatta. Sarà la stessa che ha eliminato la Viterbese e si arresa nell’extra time di Trieste su calcio di rigore, dando l’addio alla Coppa Italia dei grandi.

Riconfermato il 4-2-3-1, modulo che per caratteristiche più si addice agli uomini in rosa. Milan tra pali, Sgambato, Burzigotti, Cuomo e D’Agostino a comporre il quartetto difensivo, con D’Amico e Velardi a fare da diga e con Di Roberto, Trezzi e Salgado a ridosso del centravanti Germinale. Questo l’undici che Porta e Pecchia opporranno ai gialloblù.

Almeno domani, dunque, mercato bandito. Si parte con questi uomini ma fino al 31 c’è ancora spazio e tempo per cambiare. Restano infatti in vendita Salgado e Germinale.

Oltre alla sfida d’amarcord del Bentegodi, completano il quadro della prima giornata Andria-Ternana, Giulianova-Potenza, Pescina-Cavese, Portogruaro-Ravenna, Reggiana-Lanciano, Spal-Cosenza e Taranto-Marcianise. Lunedì sera, invece, posticipo serale tra Pescara e Rimini.

Calcio d’inizio alle ore 16.

fonte: capitanatasport.it

Pubblicato il 22/8/2009 alle 15.10 nella rubrica Foggia.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web