Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Hellas Verona-Cavese 1-1 Remondina: "Due punti persi, ma ci abbiamo provato" - hellasverona.it


06/09/2009 - 16:50
 
Vantaggio gialloblù al 14' con Ceccarelli, autore di una prodezza in spaccata. Espulso Rafael al 24', pareggio campano al 49' firmato Varriale
 

VERONA - L'Hellas torna al "Bentegodi" reduce dalla convincente vittoria ottenuta a domicilio col Lanciano, ospite in occasione della 3a giornata una Cavese capace di fermare sul pari la corazzata Pescara. Remondina conferma gli undici che hanno espugnato il "Biondi", con Colombo ed Anselmi in panchina. Maurizi risponde aggiungendo Lagnena sulla linea difensiva, affidandosi davanti al trio Bernardo-Varriale-Schetter.

Pronti-via e Ciotola si rende subito pericoloso, calciando di sinistro verso il secondo palo dal limite dell'area, Russo respinge (2'). Sempre l'ex Avellino riceve palla al 13' da Pensalfini e converge, il destro a girare è deviato in angolo dall'estremo difensore avversario. Sul corner, calciato da Berrettoni, Ceccarelli anticipa tutti in spaccata e trafigge la porta campana. Controllo volante di Berrettoni al 20' sul lato destro dell'area cavese, incursione centrale e tiro di sinistro che termina a lato.

Gialloblù in inferiorità numerica al 24', incertezza su un lancio dalle retrovie su cui si avventa Varriale, steso al limite da Rafael che sbaglia il rilancio. Per lui cartellino rosso, Ingrassia fa il suo esordio sostituendo Ciotola. Sulla punizione seguente Farina calcia alle stelle. Allo scadere della prima frazione ci prova Farina dalla trequarti, palla che esce alta sopra la traversa.

In superiorità numerica la Cavese prende coraggio ed in avvio di ripresa tenta il colpo con Lagnena, che dal vertice dell'area di rigore trova la risposta di Ingrassia, bravo a mandare in corner un pallone indirizzato sotto l'incrocio. Sugli sviluppi del calcio piazzato Tarantino salta Berrettoni e mette al centro un traversone, Ingrassia manca la presa, Varriale mette in rete di piatto da due passi (49').

Traversone col contagiri di Cangi su retropassaggio di Russo al 61', Selva va di testa dal secondo palo, sfera a lato di un soffio. Tiro dai venti metri di Bernardo verso l'incrocio lontano (65'), Ingrassia controlla il pallone terminare alto. Corner di Esposito dalla destra respinto dalla difesa di Maurizi, Russo calcia di prima intenzione ma nessuno raccoglie a centro area, il pallone finisce sul fondo. Al 79' sempre da fuori area ci prova il neo entrato  Sorrentina, Ingrassia blocca.

La partita termina dopo 4 minuti di recupero, gara sofferta per gli uomini di Remondina, in inferiorità numerica per più di un'ora. Terzo pareggio consecutivo per la Cavese.

Il tabellino

HELLAS VERONA F.C. - S.S. CAVESE 1919 1-1 (1-0)

Reti: 14' Ceccarelli; 49' Varriale F.C.

 

Rafael; Cangi, Ceccarelli, Comazzi, Pugliese; Russo, Esposito, Pensalfini (73' Campisi); Ciotola (24' Ingrassia), Selva, Berrettoni (82' Farias). (Anselmi, Campagna, Garzon, Gomez). A

Arbitro: Giacomelli di Trieste
Assistenti: Antico, Tino
Ammoniti: Bacchiocchi, Varriale, Farina, Favasuli, Sorrentino
Espulsi: 24' Rafael
Recupero: 3' - 4'
Spettatori: 12.873


Ceccarelli: "Serve maggiore attenzione"


06/09/2009 - 18:40
 
"Abbiamo cercato di andare all'attacco per centrare i tre punti, rimbocchiamoci le maniche e ripartiamo"
 

VERONA - E' un pareggio che lascia l'amaro in bocca, quello ottenuto con la Cavese, soprattutto per Luca Ceccarelli, che non ha potuto festeggiare con i tre punti il primo gol in gialloblù. La squadra di Remondina ha retto bene nonostante l'inferiorità numerica per più di un'ora, ma alla fine i metelliani sono riusciti a portare a casa l'1-1. Il difensore toscano esclude ogni allarme in casa Hellas: è già ora di voltare pagina, con la ferma volontà di rifarsi la prossima settimana a Cosenza.

Hellasverona.it vi offre le dichiarazioni del difensore gialloblù:

Contro la formazione di Maurizi non siete riusciti a dare un seguito al successo ottenuto sette giorni fa a Lanciano.

"Nel secondo tempo dovevamo stare più attenti, abbiamo subito un gol troppo facile, questo non dobbiamo permetterlo. Abbiamo cercato di andare all'attacco per centrare i tre punti, rimbocchiamoci le maniche e ripartiamo martedì."

Zero ammoniti tra le vostre fila, cinque tra quelle della Cavese: forse è mancata un pò di cattiveria?

"La cattiveria non si vede da queste cose, tra gli avversari potevano magari essere di più. La nostra squadra sa come deve comportarsi, quella odierna è una gara difficile da giudicare. Abbiamo subito l'espulsione, episodio che può succedere a tutti. Prendiamo gli aspetti positivi, valutando col mister dove migliorare."

Dopo il cartellino rosso a Rafael avete incontrato difficoltà nel gestire il match.

"Gli ostacoli maggiori sono sorti nei primi dieci minuti della ripresa. Dopo il fischio d'inizio ed il gol nostro non abbiamo concesso nessuna nitida occasione. Il rammarico deriva dai momenti in cui l'avversario ha preso piede."

A livello personale, la gioia del primo gol con la maglia dell'Hellas.

"Mi dispiace che non sia servito per centrare la vittoria, ero partito bene trovando l'1-0, ma ci rifaremo quanto prima."



Remondina: "Due punti persi, ma ci abbiamo provato"


06/09/2009 - 18:30
 
"Giocare più di un'ora in inferiorità numerica non è mai facile, siamo stati bravi a reggere e cercare di impensierire in qualche occasione il portiere avversario"
 

VERONA - Ancora un pareggio al "Bentegodi" per l'Hellas Verona, che due settimane dopo il Foggia non è riuscito ad andare oltre l'1-1 con la Cavese. Gialloblù in vantaggio al quarto d'ora grazie ad un tap-in di Ceccarelli, riacciuffati in apertura di secondo tempo da Varriale. Al termine del match, caratterizzato da una buona partenza per la formazione scaligera, il tecnico dell'Hellas Gian Marco Remondina ha commentato la prestazione dei suoi. Gli errori commessi contro la formazione di Maurizi dovranno servire per il futuro immediato, per continuare la rincorsa verso la cadetteria.

Hellasverona.it vi offre le dichiarazioni dell'allenatore gialloblù:

Le dinamiche del match si sono complicate dopo l'espulsione di Rafael, con gli avversari a cercare ad un certo punto il bottino pieno.

"Dopo l'espulsione abbiamo un pò perso la bussola, soprattutto a livello mentale. Lo dimostrano i minuti successivi al gol della Cavese, quando siamo andati alla ricerca del vantaggio. Giocare più di un'ora in inferiorità numerica non è mai facile, siamo stati bravi a reggere e cercare di impensierire in qualche occasione il portiere avversario."

Non ha pensato a mantenere il tridente offensivo?

"No, cambiare assetto alla squadra avrebbe fatto perdere identità, giocare con i quattro difensori, i tre centrocampisti e due attaccanti era la cosa migliore."

Come spiega l'esclusione di Colombo dai diciotto tra campo e panchina? 

"L'ex Bari aveva qualche problemino, abbiamo preferito non rischiarlo. Portarlo in panchina avrebbe voluto dire farlo giocare, poi magari perderlo per un mese. La volontà era quella di portarlo con noi, martedì riprenderà a pieno ritmo."

Come mai Ciotola per far posto ad Ingrassia e non un altro giocatore?

"Per non stravolgere la collocazione sul campo, una volta subito il gol ci siamo messi a due davanti e le cose sono andate meglio. Credo che sia una questione di testa, i ragazzi hanno cercato anche di vincere la partita."

Dopo tre partite si aspettava una classifica migliore?

"No, senza dubbio oggi volevamo vincere. Le possibilirà non mancheranno, vediamo come risolvere certe situazioni."

Contro la Cavese due punti persi?

"Non abbiamo fatto la nostra miglior partita, non va bene prendere paura quando in dieci ti devi difendere. Le prime partite accettiamole così, vediamo di rinsaldare il gruppo per poi cercare di mordere l'avversario nel momento in cui è in possesso palla."

I contenuti sono liberamente riproducibili, salvo l’obbligo di citare la fonte, hellasverona.it



fonte: hellasverona.it

Pubblicato il 6/9/2009 alle 19.41 nella rubrica Verona.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web