Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

La Cremonese lascia il suo primato al Novara ma non cede a un Lumezzane in gran smalto: 0-0 - vascellocr.it

I grigiorossi hanno sofferto molto ed il punto si deve quindi accettare con estrema soddisfazione

di Alexandro Everet con Umberto Onofri e ivano Frittoli

Considerato il rischio , un punto che vale oro

Sbuffando e soffrendo, imprecando e sudando, ma ce l'ha fatta. La Cremonese torna da Lumezzane con un punto che vale tanto oro quanto pesa Bud Spencer. Non si può che giudicare così un pareggio strappato su un campo difficile, contro un avversario forte organizzato, giovane, entusiasta, in una giornata sicuramente storta. La Cremonese è stata infatti presa a lungo a pallate dal Lumezzane, un po' come un ragazzino alle prime armi potrebbe esserlo con Roger Federer.

Tante le azioni da gol costruite dai rossoblu, poche quelle create dai grigiorossi, tanto il possesso palla degli uomini dello squalificato Menichini, poco quello degli uomini di Venturato. I quattro elementi offensivi del Lumezzane (Scaglia-Pesenti-Lauria-Pintori ma anche i subentrati nella ripresa Marconi-Galabinov) hanno qualità, talento, corsa, velocità e tecnica e in qualche caso pure forza fisica (vedi Pesenti).

I bresciani hanno costruito su questo quartetto una squadra intelligente che pensa in primis a chiudersi per poi ripartire sfruttando le doti del poker delle meraviglie. E così facendo hanno creato davvero tanti problemi alla Cremonese.

I grigiorossi però hanno avuto il merito di non perdere la testa, di lottare e calarsi con umiltà nei panni dello sparring-patner che si chiude a riccio e resiste sotto i colpi del temibile avversario. Una dote non da poco e tipica delle grandi squadre (siamo sicuri, per fare un esempio, che lo scorso anno in una partita così i grigiorossi sarebbero affondati come zavorra in mezzo al Po), da valorizzare e mantenere nel tempo.

Perchè i campionati si vincono così: sapendo soffrire e portando a casa punti anche quando non è giornata. E pazienza se il Novara ha effettuato il sorpasso al vertice: il campionato è lungo e ora ci sono due partite consecutive allo Zini, sia pure contro le "big" Perugia e Benevento"( se tale è la squadra campana...).

Non sarà facile, ma quest'anno la Cremonese c'è .


LUMEZZANE 4-4-2 Gazzoli; Formiconi, Bonatti, Emerson, Nicola; Pintori, Cinelli, Ciasca, Scaglia; Lauria, Pesenti. A disposizione: Trini, Romeo, Zanardini, Grippo.
All.: Menichini (squalificato, in panchina l'allenatore in seconda Brocchi)
CREMONESE 4-4-2 Paoloni; Sales, Viali, A. Bianchi, G. Rossi; Gori, Fietta, Zanchetta, Nizzetto; Guidetti, Musetti.A disposizione: G. Bianchi, Cremonesi, Burrai, Pradolin.
All.: Venturato.
SOSTITUZIONI 13' st Galuppo per Sales 19' st Coda per Musetti 19' st Marconi per Pesenti 25' st Galabinov per Lauria 35' st Bradaschia per Pintori 37' st Tacchinardi per Guidetti.
ARBITRO Corletto di Castelfranco Veneto (assistenti Avellano di Busto Arsizio e Tino di Milano).
NOTE Spettatori 1000 circa (presenti circa 600 tifosi grigiorossi). Incasso non comunicato. Angoli 9-2. Ammoniti Sales (trattenuta a Pintori) e Rossi (trattenuta a Scaglia) per gioco falloso. Recupero: pt 2' st 3'.
Campo in buone condizioni. Giornata di sole, leggero venticello nel primo tempo, un po' di calura nella ripresa.



La rete annullata al Lumezzane per fuori gioco di Lauria (Foto Ivano Frittoli)


Domina il Lumezzane
I numeri confermano il netto dominio del Lumezzane. La squadra rossoblu ha calciato molto di più in porta (con uno scatenato Pintori a quota 7 tentativi) centrando più spesso lo specchio e ha commesso molti falli in meno (e per fermare Pintori ce ne sono voluti 7 da parte grigiorossa). Dati indiscutibili che confermano la superiorità dei locali (non abbiamo contato le palle-gol prodotte ma anche li il raffronto è nettamente favorevole agli uomini di Menichini).
TIRI TOTALI Lumezzane 18 (7 Pintori 3 Lauria 2 Emerson 1 Pesenti 1 Scaglia 1 Bradaschia 1 Marconi 1 Formiconi 1 Nicola) Cremonese 11 (4 Guidetti 4 Zanchetta 1 Fietta 1 Nizzetto 1 Musetti)
TIRI IN PORTA Lumezzane 9 (3 Pintori 2 Emerson 1 Pesenti 1 Scaglia 1 Lauria 1 Briadaschia) Cremonese 4 (2 Guidetti 1 Zanchetta 1 Musetti)
TIRI FUORI E RESPINTI Lumezzane 9 (4 Pintori 2 Lauria 1 Nicola 1 Marconi 1 Formiconi) Cremonese 7 (3 Zanchetta 2 Guidetti 1 Fietta 1 Nizzetto)
FALLI COMMESSI Lumezzane 12 (3 Ciasca 2 Pesenti 2 Pintori 1 Galabinov 1 Bradaschia 1 Cinelli 1 Bonatti 1 Nicola) Cremonese 20 (5 Fietta 3 A. Bianchi 3 Zanchetta 2 Rossi 2 Nizzetto 1 Musetti 1 Viali 1 Sales 1 Guidetti 1 Gori)
FALLI SUBITI Lumezzane 20 (7 Pintori 4 Emerson 3 Cinelli 2 Marconi 1 Lauria 1 Ciasca 1 Nicola 1 Scaglia) Cremonese 12 (3 A. Bianchi 2 Nizzetto 1 Zanchetta 1 Sales 1 Fietta 1 Nizzetto 1 Musetti 1 Galuppo 1 Rossi)
FUORIGIOCO Lumezzane 2 (1 Marconi 1 Lauria) Cremonese 1 (1 Nizzetto)

PRIMO TEMPO


C'è il sole a Lumezzane con un leggero venticello. Sugli spalti tantissimi i cremonesi, in chiara maggioranza.
Qualche sorpresa nelle formazioni ufficiali. Il Lumezzane lascia fuori Zanardini e come terzino destro schiera Formiconi, in avanti Lauria preferito a Marconi. Venturato invece dà fiducia a Sales e lascia Bianchi al centro della difesa.
La Cremonese gioca in bianco, il Lumezzane invece della classica casacca a strisce rossoblu ha una insolita maglia rossa con inserti blu. Il clima è più caldo delle precedenti trasferte a Lumezzane, si vede che c'è un po' più di entusiasmo fra i locali (e le squadre entrano in campo con l'inno del Lumezzane sparato dagli altoparlanti). Ribadiamo che comunque i cremonesi sono davvero molti.

Avvio subito vivace. Al 2' Guidetti guadagna spazio sui 25 metri e tira, palla interessante ma che termina a lato.Al 5' bella iniziativa di Scaglia sulla sinistra e cross respinto da Bianchi, al 6' bella combinazione Guidetti-Musetti con cross finale abbrancato dal portiere. Partita godibile.

All' 8' Nicola chiude al limite uno scambio veloce Guidetti-Musetti. I grigiorossi cercano con insistenza le punte per sfruttare la loro rapidità contro la lenta difesa bresciana. Al 9' Lauria si guadagna una punizione dai 30 metri in posizione centrale, tiro a giro di destro e palla che sibila pericolosamente poco sopra la traversa di Paoloni.

All'11' il Lumezzane spreca una incredibile occasione: Cinelli apre sulla sinistra, la palla perviene a Nicola che crossa verso il secondo palo dove ci sono due giocatori liberi, Paoloni esce ma la palla perviene a Pintori che calcia a colpo sicuro, la palla sta entrando ma Lauria vuole dare l'ultimo tocco e così scatta il fuorigioco e il gol viene annullato. Se avesse lasciato correre la palla sarebbe stato gol regolare.In fase offensiva il Lumezzane ha velocità e qualità, la difesa grigiorossa soffre.

Al 16' episodio spiacevole in area grigiorossa: a palla ormai lontana Pesenti e Bianchi litigano e si appoggiano le mani in faccia, l'arbitro non vede. Subito dopo Zanchetta lancia in area Guidetti, incornata e Gazzoli para a terra.

Al 20' spunto di Lauria che va via in area a Bianchi con un tunnel, bravo Paoloni nell'uscire e a costringere il bresciano a portar fuori la palla.

La Cremonese fatica. Il quartetto offensivo del Lumezzane è davvero forte e spesso crea problemi. I bresciani insistono con lanci lunghi a scavalcare il centrocampo che grazie alla velocità degli avanti creano spesso situazioni pericolose di uno contro uno.

Una punizione battuta all'improvviso al 31' da Fietta sorprende la difesa bresciana e trova Gori libero sulla destra ma il cross è impreciso.
Al 34' insidiosa punizione di Zanchetta con tiro a giro dallo spigolo sinistro dell'area di rigore, bravo Gazzoli nel parare a terra bloccando la palla.

Al 34' Lauria crossa dalla sinistra, Paoloni è costretto a uscire per anticipare Pesenti e la palla smanacciata dal portiere finisce addosso all'attaccante e quindi sul fondo.

Al 37' ripartenza solitaria di Lauria. Tiro finale sui 25 metri con palla a lato.
Al 40' azione rapida del Lumezzane, palla sulla destra dove Scaglia salta Rossi e calcia con forza, miracolo di Paoloni e palla in angolo. Si soffre.
l 46' iniziativa di Scaglia sulla destra, cross per Pintori che rimette in mezzo e la difesa libera, palladi nuovo in area e Paoloni esce anticipando tutti in presa alta.
Dopo due minuti di recupero finisce il primo tempo. Zero a zero ma la Cremonese sta soffrendo



Uno dei numerosi interventi miracolosi di Paoloni (Foto Ivano Frittoli)


SECONDO TEMPO


La ripresa inizia senza cambi. Fa un po' caldo.Al 3' tentativo dalla distanza di Lauria, Paoloni respinge coi pugni. Subito dopo Pintori serve Pesenti in area, percussione vincente e l'attaccante si presenta davanti a Paoloni che è bravissimo a chiudere in uscita in angolo. Al 4' cross di Scaglia pericoloso ma nessuno arriva sulla palla. Cremonese in difficoltà, il Lumezzane è ripartito forte.

All'8' buona iniziativa grigiorossa: Guidetti serve Nizzetto che va via rapidamente sulla sinistra e crossa a centro area pescando Musetti solo, tuffo ma l'impatto di testa non è perfetto (la palla era veloce) e Gazzoli para facile. Comunque una occasione interessante.

All'11 punizione di Pintori dalla sinistra da una posizione in cui di solito si crossa ma il rossoblu cerca di sorprendere Paoloni sul primo palo, il portiere però è attento e mette in angolo. Al 12' Sales viene ammonito per una trattenuta ai danni di Pintori. Subito dopo Venturato toglie Sales e mette Galuppo. Come al solito Bianchi si sposta a destra con Galuppo centrale.

Al 13' una punizione dai trenta metri e oltre di Emerson che sembrava innocua in quanto centrale sorprende invece Paoloni che si lascia sfuggire la palla e rimedia in extremis smanacciando praticamente sulla linea, quindi mischia e Viali risolve mettendo in angolo. Si soffre davvero molto.

Al 19' Venturato toglie Musetti, oggi spento, inserendo Coda. Nel Lumezzane entra Marconi per Pesenti.

Al 22' lancio lungo di Nicola per Scaglia che arriva sul fondo a destra e servee indietro il libero Pintori, tiro e palla fuori di poco. Sempre problemi per i grigiorossi.
Al 25' il Lumezzane toglie Lauria e inserisce il bulgaro Galabinov. Brocchi, vice dello squalificato Menichini, negli ultimi minuti ha cambiato la coppia di punta. Finalmente il Lumezzane sembra calare leggermente. I grigiorossi guadagnano un po' di campo.

Al 32' palla di Galabinov nello spazio per Marconi, il fuorigioco non scatta e l'attaccante se ne va, è bravo Bianchi a rientrare e chiudere in corner. Dall'angolo nasce una serie di 3 corner consecutivi con un gran tiro di Pintori che Paoloni devia in angolo a fatica nel mezzo. Momento di nuovo difficile per la Cremonese.
Al 35' il Lumezzane toglie Pintori e inserisce Bradaschia. Il piccoletto è stato una spina nel fianco per la Cremonese. Al 36' Emerson ci prova su punizione dai 40 metri, Paoloni si salva coi pugni. Al 37' fuori Guidetti e dentro Tacchinardi. Venturato si vuole coprire. Al 38' su punizione dalla sinistra di Scaglia Paoloni manca la presa, la palla sbatte su Galabinov e fortunatamente esce.
Il Novara in vantaggio per 0-1 a Busto Arsizio.

Il Pergocrema in extremis batte il Figline 1-0
Al 40' Rossi è costretto a fermare con le cattive Scaglia a centrocampo e scatta il giallo. Giusto ma il fallo tattico era necessario.

Dopo 3' di recupero si chiude a Lumezzane con il pareggio per 0-0, un po' stretto per la squadra bresciana. La Cremonese ha retto, il punto è certamente guadagnato, ma ha lasciato il primo posto al Novara.


Hanno detto dopo Lumezzane - Cremonese...

L'area della Cremonese sotto assedio (foto Ivano Frittoli)

Venturato: loro meglio di noi... possiamo fare meglio

Mister, un punto d'oro?
"Il Lumezzane già dall'anno scorso ha mostrato questa capacità di stare in campo. Ha dimostrato di saper sfruttare le qualità dei suoi quattro elementi offensivi. Noi abbiamo sofferto e fatto un po' meno di quello che sappiamo fare. Bisogna capire che tutte le domeniche bisogna dare qualcosa in più e oggi non l'abbiamo fatto. Diciamo che il match è stato positivo per la voglia di sacrificarsi".
Abbiamo visto anche molti errori dei singoli.
"Credo che non ci si debba fissare solo sui punti negativi. Noi comunque in fase di possesso palla non siamo stati capaci di tenerla e di cambiare ritmo, abbiamo commesso qualche errore. Poi ci sta che in qualche prestazione gli altri siano più abili. Noi abbiamo molto da lavorare, pensiamo alle gare con Portogruaro e Perugia".
Difficilmente cambia modulo. Oggi l'ha fatto nel finale mettendo Tacchinardi per Guidetti. Un segnale delle difficoltà incontrate dalla squadra?
"In quel momento avevo bisogno di qualcuno in mezzo al campo che mi garantisse corsa e contrasto più che qualità".
Il fatto di aver pareggiato un match del genere è una prova di maturità?
"Siamo stati bravi e fortunati a capire che oggi gli altri avevano qualcosa più di noi, meno bravi a cambiare ritmo. Dobbiamo essere più accurati in futuro nella gestione della palla".

Paoloni: è un punto guadagnato

Marco Paoloni ha vissuto una giornata molto impegnativa ma ha mantenuto la porta inviolata. La sua intervista è rapida anche perchè ha fretta per motivi personali.
Possiamo dire che sei stato il migliore in campo?
"Vabbeh..Diciamo che sapevamo che loro sono veloci, rapidi, forti specialmente là davanti. Noi però abbiamo retto bene e il pareggio fuori casa è sempre un punto guadagnato".
Chi è stato il giocatore del Lumezzane più pericoloso per te?
"Emerson. Calcia in un modo non violento ma riesce a dare al pallone traiettorie strane. Sul suo primo tentativo mi è rimbalzata male davanti e mi sono salvato in due tempi, sul secondo tentativo ha cambiato traiettoria all'ultimo momento e ci sono andato coi pugni".

Viali: bravi e preparati i bresciani, noi abili nel resistere

William Viali analizza la partita con la lucidità di un allenatore.
I loro attaccanti erano rapidi e sfrontati nel cercare le giocate.
"Sapevamo che loro giocano in questo modo, che sono bravi a chiudersi e ripartire, che sono bravi nell'uno contro uno e che hanno dei centravanti forti fisicamente. Qui avevano sempre vinto e stanno facendo molto bene, buon per noi che abbiamo portato via un punto. Siamo stati bravi nella difficoltà a capire che in questa partita loro avevano qualcosa in più e che dovevamo metterla sulla battaglia. E' un punto importante, siamo riusciti a non prendere gol, questo è quello che vale".
In avanti c'erano pochi sbocchi per il portatore di palla.
"Loro hanno preparato bene la gara, riempivano gli spazi e raddoppiavano e con questa densità hanno intasato i nostri sbocchi anche sulle ali. Noi cercavamo di giocare ma abbiamo avuto difficoltà, sono stati bravi loro".
Secondo te il Lumezzane ha giocato sopra le sue possibilità o è questo il suo effettivo valore?
"Secondo me loro in questo momento stanno benissimo fisicamente e hanno preparato benissimo la gara. Noi abbiamo fatto una gara non delle migliori e il nostro gioco è stato limitato, se non fossimo stati svegli in certe situazioni dietro avremmo rischiato grosso ma siamo stati abili a non farci beffare".
Il tutto senza spendere molti cartellini gialli (solo due, Nda), possiamo osservare.
"Sì però diciamo che quest'arbitro era molto all'inglese".

Alberto Bianchi: Abbiamo concesso alla loro offensiva troppa profondità

Alberto Bianchi appena giunto in sala stampa si fionda sul florido buffet. Dopodichè tra un pasticcino e una coca-cola (e qualche osservazione sulla grafia indecifrabile del giornalista che prende appunti) dice la sua sul match.
Possiamo parlare di una partita abbastanza sofferta?
"Molto sofferta. Abbiamo giocato contro una squadra che ci ha messo in grossa difficoltà ma siamo riusciti a non prendere gol e questo è già importante. Dobbiamo capire che non sempre si può vincere e se facciamo punti anche quando non lo meritiamo è un bel segnale".
Loro ci hanno messo in difficoltà con lanci lunghi per i loro attaccanti che, con la grande rapidità che li contraddistingue ,erano molto pericolosi.
"Io credo che abbiamo lasciato troppo spazio alle nostre spalle così loro sui lanci potevano buttarsi a caccia del pallone in velocità. In questo modo spesso ripartivano creando duelli uno contro uno con tutti i difensori. Aver tenuto è una buona prova".
In avanti erano piuttosto sfacciati, tu hai trovato avversari rognosi con cui bisticciare.
"Cose che ci stanno, ci si scambiano un paio di colpi ma poi tutto finisce lì".
Possiamo considerarlo un punto di maturità?
"E' un punto guadagnato perchè meritavano di più loro. Sono una buona squadra e hanno giocato meglio di noi, questi sono punti in più che ritroveremo alla fine".

fonte: vascellocr.it

Pubblicato il 5/10/2009 alle 16.25 nella rubrica Cremonese.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web