Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Pareggio tra Pescara e Verona, S’insedia al comando della classifica la Ternana - RealSports.it

Calcio Nazionale - Tempo Reale: Italia-Svezia
Calcio Iª Div. B - 13ª giornata: il punto

L’unico pareggio della tredicesima giornata è quello del posticipo tra Pescara e Verona, gara terminata a reti inviolate e altamente condizionata dalla nebbia. Un punto che consente agli scaligeri di tenere a distanza gli abruzzesi e di agganciare in testa la Ternana, che regola di misura l’altalenante Ravenna

Fonte immagine Mario Sofia

di Marco Magli

L’unico pareggio della tredicesima giornata è quello del posticipo tra Pescara e Verona, gara terminata a reti inviolate e altamente condizionata dalla nebbia (l’arbitro Baratta nel secondo tempo, causa l’intensificarsi della nebbia dovuta anche ai fumogeni lanciati da alcuni tifosi pescaresi, ha interrotto la gara per circa dieci minuti). Un punto che consente agli scaligeri di tenere a distanza il Pescara e di agganciare in testa la Ternana, in un grande forma. Per il Pescara si tratta del secondo pareggio casalingo consecutivo e di un’altra occasione sciupata per avvicinarsi ulteriormente alla vetta della classifica.

Nelle altre gare della Domenica si sono registrate ben sei vittorie interne e due soli colpi esterni, vincono le abruzzesi, giornata da dimenticare per le pugliesi e le emiliane, tutte battute. S’insedia al comando della classifica la Ternana (in coppia col Verona) che regola di misura l’altalenante Ravenna, grazie alla rete di Noviello (al quarto centro in campionato) dopo due primi. Si tratta del quarto successo consecutivo per gli umbri, come era già accaduto all’inizio del torneo, mentre il Ravenna, sarà una caratteristica delle squadre romagnole (vedere anche il cammino del Rimini), continua nei suoi alti e bassi, una domenica in zona play off ed un’altra fuori.

Torna alla vittoria il Portogruaro dopo cinque turni, è Altinier al 13’st (capocannoniere con sei reti) a spezzare l’equilibrio della gara contro un Taranto che con Brucato in panchina non aveva mai perso, la serie positiva di risultati durava da ben sette turni. Vittoria molto importante per i veneti, non solo perché si trattava di uno scontro diretto per i play off , ora sono cinque i punti di distanza, ma soprattutto per il morale.
Successo anche per il Rimini, (che continua a darsi il cambio in zona play off con il Ravenna) nell’altra sfida per i piani alti della classifica, contro il Cosenza.

I biancorossi confermano la propria instabilità, se fuori casa la squadra denota grandi difficoltà, discorso opposto per le gare al ‘Neri’dove sono stati conquistati ben sedici punti sui diciannove totali. Nella vittoria dei romagnoli pesa l’espulsione dopo appena sei minuti di De Rose, per una gomitata rifilata all’ex parmense Matteini, il quale aprirà le marcature al 46’pt. Rete del definitivo due a zero ad opera di Cardinale al 13’st, alla prima segnatura con la maglia del Rimini, biancorossi che chiudono la zona play off mentre il Cosenza ferma a cinque la striscia positiva.
Prendono ossigeno con tre punti d’oro le abruzzesi. Dopo un periodo passato in apnea il Pescina, che veniva da ben tre sconfitte consecutive dove aveva subito botte tremende ( undici reti incassate!), col nuovo tecnico Bonetti ritrova il successo e si tira fuori dalla zona play out. Tre punti meritati per i marsicani contro un Foggia deludente, da evidenziare il ritorno molto positivo del brasiliano Franciel, che mancava dalla prima giornata.

Prova di grande determinazione, attenzione e aggressività quella fornita dai ragazzi di Bitetto che hanno avuto la meglio su una Reggiana davvero improponibile, anche in svantaggio la squadra emiliana non ha fatto nulla per impensierire la retroguardia giallorossa. Non possono passare come alibi le pur pesanti assenze di Stefani, Saverino e Rossi, Dominissini dovrà lavorare molto soprattutto sul piano mentale. Successo che al Giulianova mancava da otto gare (1-2 sul Real Marcianise), al ‘Fadini’, manto erboso pessimo quello visto domenica, addirittura dall’esordio (1-0 sul Potenza).

 Il Lanciano batte la Spal al ‘Mazza’ superandola in classifica, già quarta sconfitta interna per gli estensi, e si conferma a suo agio lontano dal ‘Biondi’ dove non ha mai perso. Di Improta su rigore al 28’pt la rete che ha deciso il match. Salta la panchina di Dolcetti, al suo posto Egidio Notaristefano, l’anno scorso a Novara.

L’altro colpo esterno è ad opera del Potenza sulla Cavese, una battuta d’arresto davvero inaspettata per gli ‘aquilotti’che non avevano ancora perso al ‘Lamberti’, sconfitta che fa piombare i metelliani in zona play out, scotta la panchina di Maurizi. Per il Potenza si tratta del primo successo fuori casa.

Nello spareggio salvezza del ‘Progreditur’ hanno la meglio gli uomini di Boccolini che conquistano la prima vittoria in casa, a farne le spese l’Andria (lontano dal ‘Degli Ulivi’un solo punto!), mestamente fanalino di coda staccato di due lunghezze dal trio Potenza, Foggia (un punto di penalizzazione) e appunto il Real Marcianise.

fonte: realsports.it

Pubblicato il 18/11/2009 alle 22.39 nella rubrica 1a Div/B.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web