Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Prima Divisione, gir. A - Nessuno ferma il Novara! Primato solitario Sconfitto anche il Benevento mentre la Cremonese impatta a Figline - goal.com

Piquè brucia Thiago Motta e porta in vantaggio il Barcellona sull'Inter (Getty Images)

Il Punto sulla Prima Divisione, gir. A

Mantiene l'imbattibilità il Novara, ma non solo, saluta la compagnia e si invola primatista solitario dopo la vittoria al Silvio Piola ottenuta contro un temibile Benevento. La squadra di Attilio Tesser non conosce ostacoli, nemmeno il Benevento di Leo Acori, dato in forma smagliante, nulla ha potuto contro i piemontesi che vanno a segno com Lisuzzo e bomber Motta, giunto al suo nono centro stagionale. Conquista il secondo posto il sempre piu' sorprendente Varese che per l'ottava volta consecutiva esce vittorioso dallo stadio Ossola. Fino ad ora nessuno è riuscito a battere i lombardi in versione casalinga e così è stato anche per il Foligno; la formazione umbra esce sconfitta sotto i colpi di Osuji e Momentè e deve rimandare l'appuntamento con la zona play off.

Pirotecnico tre a tre della Cremonese in terra toscana; un Figline, targato Moreno Torricelli, anche sotto l'aspetto caratteriale, mette sotto torchio l'ex capolista, rischia la vittoria, poi la sconfitta ed il pari finale premia entrambe le formazioni che hanno girato un bello spot per il calcio di Prima Divisione. Musetti porta in vantaggio i grigiorossi, poi sale in cattedra bomber Frediani che nel giro di due minuti ribalta il risultato a favore dei gialloblu. Emozioni a non finire e lombardi che si riportano in vantaggio con le reti di Guidetti e Nizzetto; sul finire Fioretti trasforma il rigore del definitivo pareggio per il Figline. Esordio amaro per Giuseppe Galderisi sulla panchina dell'Arezzo per la sconfitta subìta nel derby con il Viareggio; aretini irriconoscibili, privi di mordente e idee e per il Viareggio di Mister Rossi la vittoria, oltre che meritata, è la logica conseguenza di quello che si è visto in campo. Viareggini che non vincevano da sette turni e non segnavano da circa settecento minuti; l'Arezzo vede allontanarsi la prima posizione.

In attesa che il Presidente Covarelli comunichi il nome del nuovo allenatore del Perugia, Mister Zaffaroni regala agli umbri la settima vittoria (sesta casalinga) di questo campionato, rilanciando i grifoni verso le prime posizioni. Faticato il successo su un Lecco mai domo che vede sfuggire il pareggio nei minuti di recupero; Perugia in vantaggio con Pagani, il pareggio lombardo porta la firma di Sau mentre sui titoli di coda Martini regala i tre punti ai biancorossi. Esordio vincente di Mister Bonazzi sulla panchina di un Pergocrema che veniva da cinque sconfitte consecutive. Il Monza, che pure era passato in vantaggio con Iacopino, subisce la veemente reazione dei padroni di casa che raggiungono il pareggio con Uliano, poi ci pensa il capocannoniere del girone, Le Noci, a segnare il gol della vittoria dei cremonesi, portandosi a quota dieci. Vince l'Alessandria in un finale incandescente contro la Paganese; incontro equilibrato, senza molte emozioni. Poi il gol del piemontese Artico, con un giocatore della Paganese a terra, scatena una rissa sedata dall'arbitro con tre espulsioni. Campani che rimangono, mestamente, fanalino di coda, mentre i tre punti consentono all'Alessandria di salire a quota diciassette.

Dopo sei sconfitte esterne consecutive arriva il primo punto per il Sorrento che impone il pari alla Pro Patria. Campani che passano in vantaggio con Esposito ma vengono raggiunti e superati da Urbano e Serafini che al minuto novantuno trasforma un calcio di rigore. Sembrava fatta per i bustocchi che, pero', non avevano fatto i conti con un indomito Sorrento che all'ultimo respiro trovava il gol del pari con Feussi. Nel posticipo serale televisivo del lunedì importantissima vittoria, in chiave salvezza, del Como che batte un Lumezzane inconsistente in fase offensiva e con una retroguardia formato natalizio. Bresciani che vedono allontanarsi la zona play off.

Domenica prossima, non ci sono dubbi, il match clou della quindicesima giornata si svolgerà allo Stadio Zini dove la Cremonese, seconda in classifica, ospiterà la capolista Novara; si troveranno di fronte i due migliori attacchi del torneo, capaci di segnare in tutto cinquanta reti. Derby toscano quello tra Arezzo e Figline con gli aretini che dovranno assolutamente vincere per evitare sia le problematiche di un cambio di allenatore impopolare sia di rimanere ulteriormente attardati dalla vetta.
Il Varese sarà di scena al Brianteo dove affronterà un Monza che non puo' permettersi ulteriori passi falsi e che, in versione casalinga, è avversaria temibile.

Riccardo Bonelli

fonte: goal.com

Pubblicato il 25/11/2009 alle 0.58 nella rubrica 1a Div/A.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web