Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Calcio Iª Div. A - 14ª giornata: il punto - RealSports.it

Calcio Iª Div. A -  14ª giornata: il punto


Supera a pieni voti l’esame Benevento la nuova capolista Novara ridimensionando (almeno per ora) le ambizioni di primato dei giallorossi. Incredibile altalena di emozioni tra Figline e Cremonese che si dividono la posta. Nel posticipo del lunedì davanti alle telecamere di Rai SportPiù il Como conferma il suo ottimo stato di forma superando per 2-1 il Lumezzane
Fonte immagine RealSports.it

di Alessandro Maglione

Supera a pieni voti l’esame Benevento la nuova capolista Novara ridimensionando (almeno per ora) le ambizioni di primato dei giallorossi che erano reduci da quattro vittorie consecutive. Al Piola, con circa 600 tifosi al seguito dopo una trasferta lunga quasi 1800 km tra andata e ritorno, i campani partono meglio dei ragazzi di Tesser e sembrano poter giocare un brutto scherzo ad un Novara stranamente timoroso. Poi Lissuzzo anticipa tutti sugli sviluppi di un angolo e da questo momento la gara cambia padrone con Ventola e soci che trovano il raddoppio quasi sul finire del primo tempo con Motta. E’ il colpo del definitivo ko per un Benevento che prova nella ripresa a schierare le tre punte (dentro anche Clemente) ma è il Novara a sfiorare più volte il tris in contropiede.

Incredibile altalena di emozioni tra Figline e Cremonese che si dividono la posta al termine di una gara contraddistinta da continui botta e risposta. Vantaggio ospite al 4’ con Musetti ma la squadra di casa però ribalta la situazione tra il 14’ ed il 16’ con una doppietta di Frediani e si va al riposo con i grigiorossi sotto di un gol. Nella ripresa i fuochi artificiali arrivano nell’ultimo quarto d’ora: uno-due della Cremonese con Guidetti e Nizzetto ma in uno degli ultimi assalti il solito Frediano mette scompiglio in area e viene atterrato da Burrai e dagli undici metri Fioretti non sbaglia il definitivo 3-3.

Chiede strada il Varese che batte il Foligno e mette in cassaforte l’ottava vittoria casalinga in altrettanti incontri. Difficile se non impossibile quest’anno fermare i ragazzi di mister Sannino quando giocano davanti ai propri tifosi ed anche il Foligno è costretto a pagare questa “tassa” ai lombardi che segnano una rete per tempo rischiando solo nei minuti finali quando Giacomelli sbaglia il calcio di rigore del possibile 2-1.

In un colpo solo il Viareggio ritorna alla vittoria dopo sette turni e riassapora il gusto di andare in gol dopo un’astinenza durata ben 724 minuti. Ai toscani basta una rete di Cristiani al 24’ del primo tempo per spedire a casa a mani vuote l’Arezzo del nuovo tecnico Galderisi al quale va decisamente di traverso l’esordio in panchina.

Buona la prima. Il Perugia del nuovo tecnico Zaffaroni (era il vice dell’esonerato Pagliari) ottiene tre punti importantissimi proprio all’ultimo secondo di gara contro un Lecco che vede svanire un pareggio ormai già pronto per essere messo in valigia. Alla rete di Pagani nel primo tempo risponde Sau nella ripresa e nei minuti di recupero Martini trova la zuccata vincente che rilancia il Perugia in chiave play-off.

Dopo cinque sconfitte (e conseguente esonero del tecnico) rivede la luce il Pergocrema dell’esordiente Bonazzi, ma quanta fatica per battere un Monza che si porta per primo in vantaggio già al 5’ su calcio di rigore realizzato da Iacopino. Dopo due legni colpiti, la riscossa dei locali arriva nella ripresa quando Uliano (gran sinistro da fuori area) ed il bomber Le Noci stendono la compagine allenata da Cevoli.

Primo tempo a dir poco noioso tra Alessandria e Paganese, ma la gara si accende nel secondo tempo quando le due squadre creano qualcosa in più. Il gol che decide la sfida porta la firma Artico alla mezz’ora ma la Paganese protesta a lungo per il mancato fair play dei padroni di casa che continuano l’azione con Cucciniello a terra. Ne nasce quindi un grande parapiglia ed il direttore di gara è costretto a tirare fuori tre volte il cartellino rosso per calmare gli animi.

Termina con un giusto pareggio la gara tra Pro Patria e Sorrento che si dividono equamente la posta in palio ottenendo un punto che serve certamente di più ai campani, prima raggiunti e poi superati nella ripresa dai gol di Urbano e Serafini che ribaltano la rete di Esposito per i rossoneri messa a segno dopo otto minuti. Ci pensa comunque Feussi all’ultimo secondo della gara beffare i padroni di casa depositando in fondo al sacco la rete del 2-2.

Nel posticipo del lunedì davanti alle telecamere di Rai SportPiù il Como conferma il suo ottimo stato di forma superando per 2-1 il Lumezzane grazie alle marcature messe a segno da Cozzolino e Franco che consentono ai lariani di ottenere finalmente il primo successo in campionato in casa. Non positiva la prova degli ospiti (a segno Emerson solo in pieno recupero) che perdono una ghiotta occasione per portarsi in zona play-off

fonte: realsports.it

Pubblicato il 25/11/2009 alle 1.3 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web