Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Turno in apparenza favorevole per le grandi. Così potrebbe sintetizzarsi la presentazione della giornata numero ventuno, che vede la capolista Novara, sempre imbattuta, recarsi a Monza - realsports.it

Calcio Iª Div. A -  21ª giornata: la presentazione
Calcio Iª Div. A - 21ª giornata: la presentazione

Fonte immagine RealSports.it

di Davide Rocchi

Turno in apparenza favorevole per le grandi. Così potrebbe sintetizzarsi la
presentazione della giornata numero ventuno, che vede la capolista Novara,
sempre imbattuta, recarsi a Monza. Due squadre alle prese con un'emergenza a
centrocampo, in quanto Tesser deve rinunciare a Porcari, Shala e, forse, a
Rigoni, mentre Cevoli rinuncia a Seedorf ed Eramo. Domenica scorsa fino al
72' i brianzoli avevano disputato un buon incontro a Benevento, poi si sono
fatti infilare tre volte e la zona pericolo si è avvicinata. La capolista
dovrà stare attenta, dato che Cremonese e Varese hanno già pagato dazio al
"Brianteo".

La Cremonese è di scena al "Rigamonti Ceppi":
Varricchio-Guidetti insieme fin dal primo minuto, Gilioli è out; mister
Tarroni ha accolto i nuovi acquisti Ciasca, Mandorlini e Marconi, e qualcuno
di loro potrebbe esordire domani. Impegno sulla carta ancora più agevole per
il Varese: dopo aver centrato dieci vittorie in dieci incontri interni, i
biancorossi tentano l'undicesimo successo contro il Pergocrema del
capocannoniere Beppe Le Noci (tredici centri al suo attivo), che sarà
supportato dai tre nuovi arrivati Ferrari, Romano e Pianu. Nel Varese fuori
Ebagua e Zecchin, Aloe, figliol prodigo dopo sei anni, torna al Varese e
parte subito titolare. In questo scorcio di campionato la squadra più in
forma è senza dubbio l'Arezzo: tre vittorie consecutive, dieci reti segnate,
una subita e il recupero con il Lumezzane che potrebbe proiettare gli
amaranto a sei lunghezze dal Novara.

Per questo la trasferta a Sorrento
assume il valore di una sentenza di Cassazione: se Galderisi e i suoi
torneranno in Toscana con i tre punti, allora l'Arezzo si inserirà di nuovo
con prepotenza nella corsa alla promozione diretta. Certo, per Simonelli
fare punti è un imperativo categorico: ci proverà con il 4-2-3-1, con Myrtaj
unica punta. Insidiosa la trasferta a Busto per il Benevento, che fuori
dalle mura amiche non ama il pareggio, giunto una sola volta in dieci match.
Con l'arrivo di Emilio Benito Docente e Giorgio La Vista, il presidente
Covarelli ha fatto capire che il Perugia vuole a tutti i costi i play-out,
tuttavia al "Moccagatta" troverà l'Alessandria di Buglio, pronta a giocarsi
una chance di entrare nel giro playoff. Il glorioso impianto alessandrino,
inaugurato il 28 ottobre 1929, festeggerà l'inaugurazione della nuova
gradinata Nord, feudo del tifo locale.

La sfida Foligno - Lumezzane è aperta
a ogni risultato, mentre il resto del programma (Figline - Paganese e Como -
Viareggio) regalerà brividi agli sportivi che sperano nella salvezza delle
loro squadre. Tra le zebre versiliesi Caturano potrebbe partire fin dal
primo minuto: il suo arrivo rappresenta, infatti, una linfa indispensabile
per rivitalizzare l'alquanto arido attacco bianconero.

fonte: realsports.it

Pubblicato il 23/1/2010 alle 19.24 nella rubrica Generiche.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web