Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Inaspettata sconfitta della Reggiana al ‘Giglio’ contro il Portogruaro, L'Hellas supera un buon Cosenza grazie alla rete al 41’st del neoacquisto Di Gennaro, subito decisivo - RealSports.it

Calcio Iª Div. B -  21ª giornata: il punto
Calcio Iª Div. B - 21ª giornata: il punto
 Inaspettata sconfitta della Reggiana al ‘Giglio’ contro il PortogruaroQuindi il primato in classifica, seppur in coabitazione col Verona, è durato solo una settimana.

Fonte immagine RealSports.it

di Marco Magli

Notizia eclatante della giornata è l’inaspettata sconfitta della Reggiana al ‘Giglio’ contro il Portogruaro, soprattutto per come si era messa la gara: i veneti già al 17’pt si trovavano in inferiorità numerica causa doppia ammonizione del difensore centrale Siniscalchi. Quindi il primato in classifica, seppur in coabitazione col Verona, è durato solo una settimana; una sconfitta che chiude una serie positiva incredibile, che durava da sette giornate e dove sono stati raccolti ben diciannove punti! Giornata storta per gli emiliani, ma grande merito va dato ai ragazzi di Calori che hanno interpretato una gara splendida, da evidenziare le prove di capitan Cunico, vero trascinatore e sempre tra i migliori in campo, Scozzarella e l’autore della rete vittoria Altinier, al nono centro in campionato e che gli vale il titolo di attuale capocannoniere, in solitaria. Per il Portogruaro si tratta della quinta vittoria esterna, nessuno come i veneti, un successo che consente ai granata di rientrare in zona play off in un torneo dalla classifica davvero corta; basti pensare che vi sono sei squadre in soli tre punti che sgomitano nella parte alta, idem per la zona calda, dove dal fanalino di coda Potenza al Giulianova (oggi salva) tre lunghezze le separano.

Della sconfitta degli emiliani ne approfitta il Verona che, in rimonta, supera un buon Cosenza grazie alla rete al 41’st del neoacquisto Di Gennaro, subito decisivo. Gli scaligeri ritrovano il successo sul proprio campo, che gli mancava dal lontano 8 Novembre, 12°giornata successo sul Real Marcianise per 2-0, e possono riprendere la fuga. Primo successo dell’anno per il Pescara, l’ultimo acuto in campo esterno, ed unico, era stato conquistato alla 10° giornata (0-1 sulla Spal). Vittoria che porta la firma di Vitale, è lui a fare la differenza con una doppietta, al 28’st e al 34’st. Di Francesco l’ha messo in campo al 27’st pescando il jolly, perché sino a quel momento la gara è stata equilibrata e combattuta, tre punti davvero preziosi per i biancoazzurri. I marsicani scivolano al penultimo posto.

I due cambi tecnici settimanali hanno portato punti a Taranto e Foggia. Il nuovo Taranto targato Dellisanti ha superato di misura il Ravenna, troppo sulle sue e l’assenza dell’esperto capitano Sciaccaluga si è fatta sentire, ma il risultato poteva essere più rotondo. Si tratta di tre punti che ridanno morale e serenità a tutto l’ambiente rossoblu. Ravenna che deve fare i conti con il problema trasferta, sesto ko, il quinto per 1-0. Il Foggia invece porta a casa un d’oro che muove la classifica. Il neo tecnico Ugolotti può ritenersi soddisfatto per il risultato strappato coi denti, mentre Pagliari non può dire altrettanto, visto che il suo Lanciano non è riuscito a concretizzare la mole di gioco espressa, gettando al vento diverse situazioni offensive; i frentani continuano a balbettare al ‘Biondi’.

Una Ternana incerottata porta via un buon punto dal ‘Viviani’, di fatto sono i lucani a recriminare per un risultato che va stretto per ciò che si è visto sul campo, soprattutto nella prima frazione di gioco. Grande è il rammarico per il coriaceo Capuano che spesso vede la sua squadra gettare al vento punti importanti. Per gli umbri si tratta del secondo pareggio in campionato. Continua il momento magico dell’Andria che batte anche il Rimini, allergico alle gare lontane dal ‘Neri’. I pugliesi conquistano il terzo successo consecutivo, rete di Pomante al 33’pt, che gli permette di allungare a quattro punti la distanza dalla paludosa zona play out; i romagnoli confermano di nuovo la difficoltà di raccogliere punti in trasferta, è l’ottava sconfitta fuori casa, non sono bastati gli ultimi venti minuti d’assalto per agguantare il pari. Senza reti lo scontro salvezza tra Giulianova e Real Marcianise.

Involuzione per i giovani ragazzi di Bitetto, che non sono riusciti a dare seguito a gioco e risultato al successo di Cosenza, merito va dato anche alla prova dei campani che a lunghi tratti hanno dominato a centrocampo e il pareggio alla fine è il risultato più equo. Altra notizia della giornata è il ritorno al successo sul proprio campo da parte della Spal ( l’unica vittoria è datata 12°giornata, 2-1 sul Portogruaro), seconda vittoria consecutiva. Tre punti preziosi che rilanciano gli estensi e che consente loro di respirare un poco l’aria della zona salvezza.

Uno scontro diretto combattuto che la Spal si è aggiudicato con una rete per tempo, al 19’Bedin e al 46’st Marongiu, con tanto cuore e anche fortuna, perché la Cavese di Stringara, nonostante le difficoltà societarie, non ha mai smesso di credere nel risultato, e ha dovuto fare i conti con l’infortunio del suo uomo più pericoloso Schetter al 13’pt, andando in più occasioni vicino alla rete del pareggio. Da evidenziare le prove positive degli attaccanti bolognesi Bazzani e Cipriani, per la Spal la salvezza passa soprattutto dalle loro condizioni fisiche.

fonte: realsports.it

Pubblicato il 27/1/2010 alle 0.23 nella rubrica Generiche.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web