Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Deferimenti, si avvicina l’ora x. A rischio: Cavese, Cremonese, Foggia, Salernitana, Spal, Triestina, Viareggio, in esclusiva l’avv. Chiacchio


Scritto da Flavio Grisoli   
07/09/2010 - 11:19

Non bastava una delle estati (se non l’Estate) più difficili del nostro calcio, finanziariamente parlando. Adesso anche l’autunno sarà fioriero di novità (negative). Stiamo parlando dei deferimenti che arriveranno a pioggia dopo la chiusura del primo trimestre “fiscale”. Si tratta dei pagamenti delle ultime mensilità relative alla stagione sportiva scorsa. Adesso però, la musica è cambiata: mentre prima c’era tempo tre mesi per saldare le spettanze, oltre che le ritenute Irpef, i contributi Enpals e il Fondo Fine Carriera, adesso c’è tempo solo 45 giorni. Un giro di vite che, ci scommettiamo, creerà non pochi problemi. 

A questo, si va ad aggiungere il discorso penalizzazioni: se prima vedersi togliere punti dalla classifica era assai difficile (la penalità scattava dopo diverse ammonizioni), ora al primo “sgarro” c’è la decurtazione di 1 punto dalla graduatoria. Che si moltiplica se le infrazioni si dovessero accumulare. [...] Non potevamo certo esimerci dal chiedere il parere del massimo esperto di diritto sportivo italiano, l’avvocato Edoardo Chiacchio per sapere se abbia già notizie in merito: «Al momento non sono stati ancora avviati procedimenti. Sicuramente si svolgeranno ad ottobre». In che tipo di problemi incorreranno le società che saranno oggetto di deferimento? «I problemi precisi non sono prevedibili fin quando non si conosceranno precisamente i termini del procedimento. Probabilmente ce ne saranno di problemi, ma c’è ancora da aspettare un po’ di tempo». Subito dopo Chiacchio ci conferma quali saranno le società che finiranno nelle maglie della Co.Vi.Soc.: «Bé, sicuramente tutte quelle società che non sono state ammesse ai campionati in prima istanza, che hanno fatto e vinto il ricorso [...] più altre, probabilmente». Ma tutte queste società si sono rivolte a lei? «Sì, ci sarà molto lavoro da fare. È inutile dire che ci saranno penalizzazioni, non serve nascondersi. Tutto sta a vedere il quantum. [...]». Dopo aver fatto il quadro della situazione, che sarà ancora più chiaro nelle prossime settimane, chiediamo all’avvocato Chiacchio (fautore del “Lodo Chiacchio-Potenza”, che i più attenti conoscono) se si trovi d’accordo con questo inasprimento delle norme: «Certamente chi vuole andare avanti deve essere in regola, sotto tutti i punti di vista, sia fiscale che previdenziale. Viviamo un momento, nel mondo del calcio, nel quale siamo tutti coscienti e consapevoli che le classifiche sono date non solo dal risultato che le squadre conseguono sul campo, ma anche dagli aspetti finanziari». Ma si trova in accordo con quanto deliberato dal “Palazzo” e, in particolare, dalla linea che sta portando avanti Macalli? «Sì, secondo me è giustissimo [...]». Proseguendo nel commentare le dichiarazioni più volte ribadite dal numero uno della Lega di Firenze, in merito alla previsione che la prossima estate sarà ancora peggio di quella appena trascorsa, Chiacchio risponde così: «Quanto successo quest’anno servirà da monito. Per tutti, nessuno escluso». L’intervista completa all’avvocato Edoardo Chiacchio sarà pubblicata sul numero 33 del nostro settimanale, in uscita giovedì 16 settembre.


© Riproduzione Riservata


fonte: professionecalcio.net

A rischio: Cavese, Cremonese, Foggia, Salernitana, Spal, Triestina,  Viareggio

Pubblicato il 9/9/2010 alle 14.17 nella rubrica Generiche.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web